Rosaria Battiloro

La Casati

Ligeia

INTERVISTA

 

- Perchè ha deciso di partecipare alla collettiva Decadence suite?

Sicuramente per la bellissima scelta del tema, il Decadentismo declinato in tutte le sue possibili sfumature, un ambito "artistico" che da sempre mi ha ispirato ed affascinato. (Anche il consiglio e l'incoraggiamento di un'amica sono stati di aiuto!;) )

 

- Ci può presentare le opere con le quali ha partecipato?

Le due opere con cui ho partecipato "La Casati" e "Ligeia" ritraggono due figure femminili, l'una realmente esistita, l'altra di origine "letteraria", che sembrano incarnare meglio la nuova immagine della donna sviluppatasi fra la seconda metà dell'ottocento e i primi del novecento, ispirazione e motore di gran parte dell'arte decadente, e appunto ne definisco al meglio alcune delle infinite sfumature a cui accennavo: fascino, sensualità, mistero, inquietudine, eros e thanatos, luce e oscurità...

 

- Quali tecniche utilizza e qual è il suo metodo di lavoro artistico?

Mi piace utilizzare diverse tecniche, da quelle più grafiche come china e markers, a quelle più pittoriche come l'acrilico e soprattutto l'acquerello. Il tutto supportato da un tocco finale di digitale.

 

- Come nasce un suo progetto: da che stimoli, suggestioni, ricordi, immagini, ...?

Le ispirazioni che riesco a trovare per i miei lavori sono (per fortuna!) davvero tantissime: dalla fotografia, dalla musica, dalla letteratura... Mi piace assimilare idee ed immagini e rielaborarle secondo una mia personale visione.

 

- Quali sono (se ci sono) i suoi artisti di riferimento?

Le mie principali fonti di ispirazione sono Klimt e Schiele, ma adoro tantissimi artisti, anche di ambiti piuttosto differenti fra loro.

 

- Con i suoi lavori vuole comunicare (e cosa?) con il pubblico? O il suo è più un dialogo con se stesso e un'analisi privata?

Credo che i miei lavori siano principalmente parte di una ricerca personale ed interiore. Non cercano di comunicare direttamente con il pubblico, ma il loro "compito" è spesso quello di lasciar "intravvedere". e cercano di comunicare a ciascuno secondo la propria personale sensibilità e visione.

 

www.cinghialerosso.org
www.cinghialerosso.org